La storia della borsa femminile

 La storia della borsa femminile

La storia della borsa femminile dal antichità fino ai nostri giorni.

La borsa  sarà sempre un elemento fondamentale nella vita di una donna. Rappresenta il potere femminile di contenere in essa le formule magiche indispensabili per ogni donzella, tanto che la diamo per scontata, fondamentali ma tante volte non curate.

Un occhio di riguardo lo offrono sia le fashion addicted sia le handmade girls, le appassionate che con destrezza creano dal nulla una borsa al quanto affascinante e competitiva con le marche famose.

 

Storia : come è nato l accessorio

Ci siamo chiesti un po’ l origine e la storia di un oggetto cosi indispensabile?

La storia della bag è molto antica, direi preistorica e poi ha qualcosa di clamoroso poiché le prime borse erano modelli da uomo. gli uomini primitivi capirono che manipolando le pelli degli animali potevano creare delle sacche per contenere le armi . Diciamo che sono stati non solo utili ma anche geniali.

 

 Nel Medioevo

Poi in epoca medievale con la nascita della moneta, le borse si moltiplicavano sempre di più e la cosa interessante è che alcuni dei modelli antichi trovano spazio anche oggi . per esempio c e la “crumena “.

 

Oppure la manticula

 

 

L antenata della famosa pochette

 

  La borsa del Rinascimento

Il rinascimento, come anche negli altri rami della società, porta una nota di freschezza e la moda dell’accessorio più famoso al mondo cambia, le donne iniziano a considerare la borsa non solo utile ma anche un accessorio dedicata alla moda, utilizzando materiali diversi  dal velluto al raso o pietre preziose.

 

  La borsa del Barocco

Durante il barocco, la borsa ha subito un’eclisse a causa dell’allargamento delle gonne, le lettere, il denaro e gli oggetti erano portati sotto le pieghe della sottana. Ci pensa la rivoluzione francese che semplifica le gonne e cosi a far ritornare la borsetta.

 

   La borsa del Novecento

Verso il novecento alle donne piace sempre di più la borsa che assume un simbolo di emancipazione femminile, carattere mantenuto fino ai nostri giorni. La donna inizia a uscire dall’ambito chiuso della casa, comincia a lavorare e in qualche modo sente la necessità di portare con sé alcune cose fondamentali per la sua bellezza, per esempio lo specchio o la cipria.

 

Da questo punto in poi la borsa si trasforma in mille modi, nascono le grandi marche che ancora oggi detengono il primo posto. Le dimensioni della borsa aumentano, si sperimentano diverse lavorazioni e persino gli artisti se ne interessano: da Ertè a Paul Iribe, ai futuristi come Giacomo Balla e Salvatore Dali’.

 A Parigi, nel 1935 i fratelli Hermès inventano Kelly bag in onore alla principessa di Monaco.

 

 

Negli anni 55 Coco Chanel inventa la sua inconfondibile ed eterna borsa 2.55 trapuntata e con manico a catena.

 

 

In Italia erano nati Gucci e Gherardini destinati a una lunga vita nel business della borsa.

Oramai la borsa diventa un must have della donna e nessuna signora o signorina se ne può privare .

Psicologicamente parlando

La borsa  è sicuramente un involucro che piace farsi notare, nelle sue più sfacciate composizioni.

è un contenitore di cose che ci definiscono, persino delle nostre gioie o paure.

Ed è forse per questa bivalenza (interiore ed esteriore) che la rende un oggetto tanto desiderato.

Capace di comunicare con l esterno nello stesso di custodire il nostro interiore.

Secondo lo psicologo Morris Desmond la borsa come altri tipi di accessori rappresentano delle barriere tra noi e il mondo, infonde sicurezza, quasi ad avere un atteggiamento infantile, quello nel nascondersi dietro un angolo oppure dietro alla mamma, ragioni affettive che la borsa ha tanto successo.

Sulla borsa come simbolo d’indipendenza femminile e di progressione si è parlato tantissimo dai libri, ne cito uno.

https://www.amazon.it/Pazze-borse-Perch%C3%A9-bastano-tasche/dp/8820039613/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1494842480&sr=8-1&keywords=paola+jacobbi

 

Alla rivista “MODE” che ha creato un simpatico video per mostrare quanto percorso ha fatto la borsa.

http://www.youtube.com/watch?v=mI8PRx9Wbxw

 Essiste anche un museo dedicato ad essa 

 Il museo delle borse ad Amsterdam http://www.tassenmuseum.nl

Un viaggio (anch io farò prima che poi)  che penso  sia una tapa fondamentale.

Oggi la borsa è un’icona molto stabile nel mondo della moda. Ha acquistando negli ultimi 60 anni il ruolo di Status Symbol e noi, generazioni attuali non penseremo mai di abolirlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 buoni motivi per comprare un regalo fatto a mano
10 luglio 2017
Aprire Partita IVA per l’attività di prodotti artigianali (Handmade) ?
16 giugno 2017
Vendere creazioni artigianali online (Handmade) nel 2017
10 giugno 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *